domenica 8 gennaio 2017

Pandoro al cacao con lievito madre

Un nuovo anno è iniziato e con lui tanti nuovi progetti futuri e buoni propositi!


Vi auguro di poter realizzare in questo 2017 i vostri sogni e di portare nella vostra vita pace e serenità, facendo tesoro che la felicità è nelle piccole cose, è infatti nei piccoli gesti quotidiani si nasconde la gioia più grande!

 


Nuove sfide possano ravvivare il vostro percorso e vedervi impegnati per raggiungere il risultato tanto atteso!

La sfida che vi propongo oggi è la realizzazione di un pandoro molto speciale al cacao e lievito madre!


E' indispensabile l'utilizzo della planetaria dato che pensare di incordare l' impasto a mano sarà quasi impossibile e se ciò non avvenisse, non potrete neanche pensare di proseguire allo step successivo della ricetta.

Il lievito madre dovrà essere ben maturo e in forza, sarà per questo necessario rinfrescare quotidianamente per tutta la settimana precedente utilizzando la stessa farina scelta per la ricetta. Il giorno in cui si procederà con il primo impasto, si dovranno eseguire tre rinfreschi consecutivi ad intervalli regolari.

Una tabella orario per i rinfreschi preparatori della pasta madre potrebbe essere:

    Ore 8:00
    Ore 12:00
    Ore 16:00
    Ore 20:00 primo impasto

Potete trovare le indicazioni precise per procedere con i relativi rinfreschi del lievito madre nella ricetta del Pandoro Sfogliato che vi ho proposto lo scorso anno, la trovate qui.


La farina dovrà essere specifica per grandi lievitati, quindi una farina di forza studiata specificatamente (W360/380).

La tipologia che ho utilizzato un'innovativa miscela chiamata Panettone Z di Mulino dalla Giovanna dove la sostituzione di alcuni grani ha permesso un bilanciamento proteico ottimale: elasticità, forza e sviluppo anche con valori W minori, migliorandone la morbidezza, la conservabilità e il gusto del prodotto finito.


Il risultato è un pandoro caratterizzato da una mollica filante e soffice a struttura lunga, dall'avvolgente ma non invadente aroma di cacao e un irresistibile profumo di buono che invade ogni spazio della vostra casa!
 

venerdì 16 dicembre 2016

Éclair Audace

L'audacia è l'atto di osare e di intraprendere nuove sfide a volte anche rischiose ma sempre con coraggio e ambizione.

Ecco quindi nascere un èclair audace dove gli accostamenti sono ambiziosi ma osati in nuove sfumature di gusto in una nuova percezione dei sensi.

Oggi gli éclair sono tra i dolci più ambiziosi del momento e sanno far innamorare nei loro gusti e nei loro accostamenti... io ve ne propongo uno in versione salata accostato ad ingredienti come bacon, paprica e marmellata di rosa canina!

Per tutte le vostre occasioni più speciali dove l'ambizione di proporre qualcosa di bello e buono seppur audace farà stupire e deliziare tutti i vostri commensali!

Le feste di Natale sono l'occasione ideale per prepararli e la fantasia nel decorarli sarà il vostro regalo per i vostri ospiti... magari potreste decorarli in maniera diversa per ogni invitato!

Insomma sbizzaritevi e non abbiate mai paura di usare la fantasia con audacia in cucina... lasciatevi guidare dalla vostra passione per il cibo e per le cose buone e vedrete che comunque vada sarà un successo!

venerdì 28 ottobre 2016

Pizza Black Delicious con datterini, zucchine gialle e melissa

La pizza ogni settimana fa parte del menù di casa realizzata rigorosamente con il mio prezioso "Diamante"... il mio lievito madre.


Lo curo con dedizione da diversi anni ormai, da quando durante un corso di panificazione con Luca Scarcella ne ho ricevuto un pezzetto, entusiasta lo portai a casa e cominciai a dar tutte le cure necessarie per farlo stare bene!

Posso assicurarvi che è una bellissima soddisfazione vederlo così in forma, col passare del tempo ha migliorato la sua forza e adesso mi regala bellissime lievitazioni.


Vi propongo quindi una pizza che potrete realizzare per una festa a tema ispirata ad Halloween o per un evento particolare e vi assicuro che lascerà tutti a bocca aperta!



Sfiziosa, dai toni sgargianti e ovviamente buonissima... realizzata solo con ottime farine ricche di nutrienti e provenienti da Mulini locali.

Scegliamo sempre la qualità e ricerchiamo prodotti a filiera corta per rendere le nostre preparazioni sane e cerchiamo di usare la fantasia per invogliare il palato e mangiare con tutti i sensi.

Ho utilizzato quindi verdura biologica e farina tipo I macinata a pietra ricca quindi di proprietà nutritive per una pizza davvero genuina e digeribile.

martedì 4 ottobre 2016

Panificio Voglia di Pane (Bakery) - Maestro del Gusto -

Voglia di Pane?


Entriamo insieme in una panetteria dove il Pane diventa Passione grazie ad Alessandro Spoto, titolare di Voglia di Pane Bakery.


Un progetto portato avanti con determinazione con l'obbiettivo di far conoscere il pane di una volta con lievito madre, dal grande formato e ricco di profumi diversi che, rievocando il senso di condivisione, ci fà ritrovare il vero significato della tavola.


Vengono utilizzate farine macinate a pietra e la costante e continua ricerca di quelle antiche ( Tumminia, Perciasacchi, Biancolilla ) che offrono splendidi risultati in termini di panificazione e stimolano in maniera meravigliosa tutti i nostri sensi.

mercoledì 21 settembre 2016

Consorzio del Peperone di Carmagnola - Azienda Agricola Famiglia Chicco

Continuiamo il viaggio alla scoperta dei Maestri del Gusto di Torino e Provincia giungendo a Carmagnola: una delle capitali  italiane del peperone, risorsa fondamentale per l'agricoltura e l'economia di questa zona ed alimento apprezzato per le sue caratteristiche di qualità e genuinità.


Il Peperone Corno di Bue di Carmagnola è stato adottato da Slow Food come uno dei Presidi della Provincia di Torino.

Il Consorzio del Peperone di Carmagnola si è costituito nel 1998 con un Disciplinare di produzione in cui vengono definite le caratteristiche degli ecotipi e le modalità che i produttori devono osservare per le tecniche di semina e le pratiche di coltivazione e trasformazione.


Il Consorzio riconosce quattro tipologie di "Peperone di Carmagnola":
  • Il Quadrato che assomiglia quasi ad un cubo con quattro punte. Ideale per le preparazioni da forno e ripieno. 
  • Il Corno di Bue detto anche lungo, con cono allungato ottimo per la peperonata e la conservazione. Grazie alla polpa compatta è molto apprezzato nell'industria conserviera.
  • Il Tumaticot tondeggiante e schiacciato ai poli come un pomodoro. Caratterizzato da polpa compatta e spessa è ideale per la preparazione di antipasti e per la conservazione in agrodolce.
  • Il Trottola a forma di cuore con punta leggermente estroflessa o troncata. Assicura alte rese in tutte le preparazioni culinarie con una ottima qualità.


L’azienda agricola Famiglia Chicco opera nel territorio di Carmagnola ormai da 60 anni, coltiva e commercializza tutte le tipologie di peperone riconosciute dal Consorzio.



Raccogliendo l’esperienza e la tradizione di famiglia da alcuni anni si è affermata come una delle realtà leader del territorio.

martedì 20 settembre 2016

Pancake Veg di canapa sativa con baby kiwi

Morbidissimi Pancake realizzati con una farina molto speciale che oltre a dare un sapore particolare li caratterizza nel colore, un abbinamento riuscito con i piccoli kiwi Nergi e che si lascia piacevolmente gustare con un filo di sciroppo d'agave.


La Farina di Semi di Canapa è la polpa finemente macinata, che rimane dopo che i Semi di Canapa vengono torchiati per estrarne l'Olio. Contiene dal 5 al 10% di olio, circa un 30% di proteine, fibre, minerali e tutti gli 8 amminoacidi essenziali, inclusi metionina e cisteina che normalmente sono scarsamente rappresentati in altre proteine di origine vegetale.


Il 65% delle proteine della canapa è rappresentato dalla edestina, una proteina che si digerisce facilmente, mentre sono completamente assenti la gliadina e la glutenina, ovvero il glutine.  Per questo motivo la farina di canapa è adatta alle persone affetta da celiachia e inoltre è utile per rinforzare il sistema immunitario, quello nervoso e il sistema ormonale.

mercoledì 14 settembre 2016

Parva Domus - Maestri del Gusto di Torino -

In vista dell'evento Internazionale Terra Madre Salone del Gusto 2016, la Camera di Commercio di Torino ha promosso l'iniziativa "Le mani dei Maestri".

Il progetto Maestri dei Gusto di Torino e provincia nasce nel 2002 per volere della Camera di commercio di Torino con l’obiettivo di selezionare e promuovere le eccellenze enogastronomiche Torinesi. Alla base del lavoro di identificazione e valutazione dei Maestri, tre distinti soggetti: la Camera di commercio di Torino, che segnala i produttori più rappresentativi del gusto torinese, Slow Food che valuta il gusto e la tipicità dei prodotti e il Laboratorio Chimico camerale, che si occupa di analisi e valutazione degli aspetti igienico-sanitari.

Andiamo quindi a scoprire uno dei Maestri del Gusto: Parva Domus, un'Azienda Agricola e Agriturismo molto speciale immersa nel verde delle colline di Cavagnolo (TO).

Parva Domus porta avanti un progetto ambizioso legato alle tradizioni, che ha spinto i titolari a cambiare radicalmente vita trasferendosi da Torino a Cavagnolo, lasciando le loro precedenti occupazioni, per dedicarsi interamente ad un percorso di vita che segue lo scandire della natura e delle stagioni.


Nei campi coltivano infatti frutta e verdura destinata all'agriturismo e alla preparazione di marmellate e conserve con particolare attenzione ad alcune varietà e nel loro laboratorio trasformano salumi, seguendo un metodo di lavoro manuale appreso da anziani artigiani della zona.


Gli insaccati vengono poi asciugati con la stufa a legna (da cui deriva un lieve profumo) e stagionati in una cantina, scavata nel tufo e ricca di muffe naturali.


La particolarità della loro Azienda Agricola è l'allevamento dei suini allo stato semibrado che li contraddistingue per il loro valore etico.


Ettari ed ettari di bosco dove è possibile ammirare i maiali trascorrere la loro vita liberamente, hanno libero accesso ad acqua e cibo assolutamente non OGM ma il più possibile naturale a base di frutti, erbe e radici selvatiche con un’attenta integrazione di cereali e crusca selezionati.